Identificare i “radio disturbatori”

Interessante video nel quale dei colleghi radioamatori Brasiliani (CRAM : “Clube dos radioamadores de americana”) spiegano un intelligente metodo per catturare e poi catalogare l’impronta d’onda audio di una radio (unica tra un apparato e l’altro) e creare un archivio che puo’ poi essere usato al fine di identificare i disturbatori dei ponti radio.

Il metodo si basa sul fatto che all’inizio e alla fine di una trasmissione, esiste un pattern unico della frequenza nel tempo: una forma d’onda diversa per ogni radio dovuta a diversi fattori come la costruzione, i componenti, ecc…

La forma d’onda che interessa e’ quella audio del discriminatore, utilizzando come trigger per l’oscilloscopio (anche un PC  con un software apposito va bene) l’apertura dello squelch (che genera una tensione tipica attorno ai 5 volt DC)

La lingua e’ portoghese (Brasiliano), ma vi assicuro che e’ comprensibilissimo!

Parte 1

Parte 2

https://www.cram.org.br/wordpress/?p=1560

https://www.cram.org.br/wordpress/?p=5161

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.